“Lison è nell’età in cui il bambino coinvolge nel disegno l’intero corpo. A disegnare è tutto il braccio: spalla, gomito e polso. Occorre tutta la superficie della pagina (…). Disegno in espansione”
Daniel Pennac, Diario di un corpo, Feltrinelli, 2012

Il bambino è immerso nell’esplorazione della materia, i suoi sensi aperti al mondo, gli fanno vivere con stupore le esperienze che lo coinvolgono del mondo.

Lasciare traccia nel materiale diviene magica percezione di se nello spazio e nel tempo. Il corpo è tutto unito nell’esperienza dello scarabocchio, e del segno nel materiale.

Il piacere che il bambino prova è senso motorio, non cerca una rappresentazione, non vuole comunicare un concetto nascosto. Il segno è piacere, presente, una ferma ammissione di se nel mondo.

Leave Your Reply